SCEGLIERE LA PORTA RAPIDA

Vista le numerose differenti tipologie di porta rapida, CAMPISA consiglia un’analisi iniziale delle specifiche esigenze per procedere con la prima importante scelta:
Scegliere la porta rapida
  • Porte rapide ad apertura orizzontale: hanno il pregio di aprirsi prima, in quanto la porta si apre in due metà che vanno una a destra ed una a sinistra. Hanno il problema di dover tenere teso il telo partendo dall’alto, per cui necessitano di una struttura metallica a squadra per ogni lato, soluzione che porta complicazioni nei componenti ed aumento del costo. Gli ingombri laterali sono sempre consistenti. Se poi la struttura tendi telo è urtata nel transito, si va incontro a problemi e costi di rilievo.
  • Porte rapide ad apertura verticale: hanno il pregio di aprire e chiudere in verticale, senza grossi ingombri laterali. Le porte rapide ad apertura verticale si dividono in due categorie principali, porte con manto flessibile e porte con manto rigido a velocità super-rapida, che sono molto più costose ed hanno ragione di essere scelte soltanto nei casi in cui ci siano aperture molto alte e strette (ad esempio nel caso di transito di carrelli sollevatori per magazzini a grande altezza).
  • Nella maggior parte dei casi CAMPISA consiglia porte rapide con manto flessibile, nei diversi modelli:

    • Porte rapide verticali ad arrotolamento: il manto è rinforzato per la tenuta al vento con dei tubi orizzontali inseriti entro delle tasche nel telo. Sono fornite per resistenza al vento secondo richiesta. Sono adatte ad aperture fino a 4 – 5 metri di larghezza ed altezze fino ai 6 – 7 metri. Hanno una sezione finestrata ad altezza di circa 1,5 metri, ma possono avere più sezioni finestrate qualora vi sia necessità di maggiore visibilità o maggior luce.
    • Porte rapide verticali ad impacchettamento: il manto è rinforzato per la tenuta al vento con dei tubi orizzontali inseriti entro delle tasche nel telo. Sono fornite per resistenza al vento secondo richiesta. Sono adatte ad aperture fino a 8 – 9 metri di larghezza ed altezze fino ai 6 – 8 metri. Hanno una sezione finestrata ad altezza di circa 1,5 metri, ma possono avere più sezioni finestrate qualora vi sia necessità di maggiore visibilità o maggior luce. La tenuta al vento delle porte ad impacchettamento può essere incrementata fino a resistenze a venti di 200 km/h.
    • Porte rapide verticali ad arrotolamento "autoriparanti": il manto è tenuto lateralmente con un sistema similare alle cerniere a lampo che si sganciano nel caso trovino un ostacolo in discesa. La tenuta al vento è fatta direttamente dal telo che rimane teso entro i due montanti.
      Sono fornite per una determinata resistenza al vento secondo le dimensioni. Sono adatte ad aperture fino a 4 metri di larghezza ed altezze fino ai 5 - 6 metri. Hanno una sezione finestrata ad altezza di circa 1,5 metri, ma possono avere più sezioni finestrate qualora vi sia necessità di maggiore visibilità o maggior luce.
    Dal punto di vista della Sicurezza, se le porte rapide con manto flessibile vengono usate con manovra “a uomo presente” non richiedono alcuna sicurezza (purchè l’operatore sia in perfetta visibilità della porta).


    Il maggior pregio di una porta rapida è quello di chiudere rapidamente l’apertura dopo il passaggio, per cui CAMPISA consiglia porte rapide con manovra automatica: la porta si richiude automaticamente dopo il tempo d’attesa settato e dopo che le fotocellule di sicurezza siano libere. CAMPISA raccomanda di settare un tempo di attesa minimo per la chiusura dato che comunque la porta si richiude solo a fotocellule libere (il settaggio del tempo di attesa a molti secondi rende incerto il momento della richiusura, e gli utilizzatori ne sono tratti in inganno, pensando di poter passare “perché non è ancora il momento della richiusura”, e così urtano la porta).

    Le porte rapide automatiche richiedono per Norma dei sistemi di sicurezza, generalmente identificati con la “costola di sicurezza”: un sistema di rilevamento della presenza di un ostacolo posto al bordo inferiore del telo. Grazie a questo dispositivo di sicurezza, appena la porta rapida dovesse toccare un ostacolo andrebbe subito a fermarsi per poi ripartire subito in apertura e scendere nuovamente dopo il tempo d’attesa settato.
    CAMPISA ricorda che tale sistema è ottimo, ma protegge solo chi dovesse trovarsi sotto alla porta; consiglia quindi di provvedere a salvaguardare la porta da possibili collisioni, perché un carrello che cerca di attraversare la porta durante la chiusura va a colpire il telo senza che la costola di sicurezza possa entrare in funzione. CAMPISA consiglia di predisporre delle cellule fotoelettriche di sicurezza poste ad una certa distanza dalla porta rapida anche nel caso di porte rapide “autoriparanti” in quanto hanno un limite all’autoriparabilità.

    Infine un fattore importante per le porte rapide è il sistema di comando di apertura. CAMPISA consiglia l'uso di telecomandi che danno certezza d’apertura, anticipata rispetto al passaggio. Le soluzioni CAMPISA per dare il comando d’apertura possono essere: cellule fotoelettriche, radar oppure spirali magnetiche.

    >> Scopri la gamma di porte rapide CAMPISA