Logistica dell’Ultimo Miglio e Soluzioni per il Carico dei Veicoli

Logistica dell’Ultimo Miglio e Soluzioni per il Carico dei Veicoli

Retail ed e-commerce stanno rivoluzionando il sistema della logistica, ed in particolare la logistica dell’ultimo miglio ovvero la distribuzione al cliente finale. 04 settembre 2017

Come emerge da un articolo pubblicato su Osservatori.net questo fenomeno sta avendo un forte impatto anche sul mercato immobiliare dove si nota una crescita rilevante della domanda di immobili molto vicini alle città. La spinta deriva dalla necessità di diminuire il più possibile il lead time (il tempo tra l’emissione dell’ordine da parte del cliente e la consegna effettiva dei prodotti), infatti la velocità di consegna è diventata un fattore critico di successo anche per il commercio tradizionale, e non solo per la distribuzione alimentare. L’articolo sopra citato riporta alcuni dati pubblicati dal borsino della logistica di World Capital in merito alle richieste di capannoni vicini ai centri urbani caratterizzati da dimensioni sempre maggiori.

Questi cambiamenti influenzano in maniera diretta anche la progettazione e gestione del piazzale di scarico/carico ed in particolare l'ottimizzazione dei punti di carico per velocizzare le operazioni di movimentazione delle merci.

La scelta della baia e della rampa di carico deve prendere in considerazione la tipologia di veicolo da collegare ad essa. Se consideriamo la logistica dell’ultimo miglio i veicoli utilizzati generalmente sono quelli “commerciali”, trattasi di veicoli da carico leggeri con carrozzeria standard che presentano diversi problemi tra cui quello di non poter essere raccordati alla stessa rampa di carico utilizzata per i semirimorchi in quanto:

  • hanno carrozzeria di tipo automobilistico, delicata
  • hanno una portata massima ridotta, per cui si comprimono a fine corsa delle balestre con il peso di una rampa standard
  • hanno un pianale molto basso raggiungibile solo con rampe lunghe circa 5 metri, con una pendenza pericolosa per il transito
  • vanno fermati a circa 1300 mm dalla banchina a causa delle due porte posteriori da 1150 mm circa che si aprono a raggio su due cerniere verticali

Per ovviare, almeno in parte, a questi problemi si dovrebbe scegliere una rampa di carico molto lunga con una pendenza del 12,5% (la massima prescritta dalla EN 1398) non utilizzabile quindi con i transpallets, sia manuali che non superano il 2% che quelli elettrici i quali arrivano massimo al 4% e inoltre la rampa risulta molto ingombrante invadendo il magazzino.

Campisa ha messo a punto nei primi anni 2000 il sistema di attracco VANDOCK, composto da un sistema semaforico attivato da due cellule fotoelettriche per segnalare all’autista la posizione perfetta di attracco del veicolo per il carico e da una rampa di carico idraulica. Esso permette all’autista del veicolo commerciale di aprire senza rischi le porte del furgone a 90° e di far scendere la rampa in modo semplice e veloce tra le porte fino a farla sovrapporre perfettamente sul pianale con una pendenza minima.
Queste operazioni possono essere fatte sia da banchina semplice che da baia di carico con portone sezionale, nel qual caso si ha una economicità ancora maggiora data dell’utilizzo della stessa idraulida per la rampa e per il portone sezionale.

Rampa di Carico Vandock

Il sistema VANDOCK può essere utilizzato anche nella logistica della “catena del FREDDO” se integrato con un sistema di sigillatura in modo da evitare le perdite termiche tra Veicolo Commerciale e baia di carico. La rampa di carico rimane chiusa all’interno dello stabile fino a quando il sigillante può essere del tipo standard retrattile oppure gonfiabile per avvolgere tutto il retro del veicolo.

La soluzione VANDOCK consente quindi di evitare i rischi di operare con forti pendenze, di evitare l'occupazione di decine di metri quadri richiesta da rampe molto lunghe, di operare con la massima semplicità ed efficacia e di risparmiare sensibilmente sul budget d’acquisto. Sono già molti i centri logistici che ci hanno scelto.

Contattateci per maggiori informazioni e dettagli sul funzionamento del Mod. VANDOCK >>